Gestione di casi positivi e quarantena a scuola

Regole per la gestione dei casi a scuola

Tutte le comunicazioni relative a contatti stretti, quarantene, tamponi devono essere inviate a questo indirizzo email: pvtd03000a@istruzione.it

In assenza delle comunicazioni previste per il rientro a scuola gli studenti non saranno ammessi in classe.

L'Istituto è abilitato a prendere conoscenza dello stato vaccinale degli studenti che risultano positivi al Sars-CoV-2.

 

Se sono positivo

Come mi comporto se sono positivo?

  • Isolamento di 5 giorni dal test positivo se resto sempre asintomatico o se sono asintomatico da almeno 2 giorni; al termine del periodo di isolamento e comunque non prima che i sintomi siano scomparsi da 2 giorni faccio un tampone molecolare o antigenico ("rapido"), se è negativo l'isolamento si conclude
  • Se risulto positivo al termine dei 5 giorni posso ripetere il test a distanza di 2 giorni dalla scomparsa dei sintomi; se risulto ancora positivo, in ogni caso l'isolamento si conclude dopo 14 giorni dal primo tampone senza l'obbligo di fare un test

Devo ricordarmi che è obbligatorio inviare alla segreteria l'esito del tampone per il rientro a scuola prima dei 14 giorni.

 

Casi in classe

Come mi comporto se un mio compagno è positivo?

  • Sono un contatto stretto, quindi per 5 giorni faccio autosorveglianza (controllo dei sintomi) e proseguo le lezioni in presenza usando la mascherina FFP2 per 10 giorni
  • Se compaiono dei sintomi faccio un tampone antigenico (rapido) o molecolare:
    • Se risulto negativo, ma i sintomi permangono, ripeto il test al quinto giorno successivo all'ultimo contatto col compagno positivo
    • Se risulto positivo seguo le regole riportate nel paragrafo sopra
 

Ricordati: l'autosorveglianza è una misura sanitaria e non riguarda solo la scuola, bisogna tenere la mascherina in luoghi chiusi o in presenza di assembramenti anche a casa e in qualunque altro luogo frequenti abitualmente.

 

Per docenti e personale scolastico l'obbligo di autosorveglianza e mascherina FFP2 scatta se sono contatti stretti di uno studente positivo. Per la casistica controllare il paragrafo successivo.

 

Studenti, docenti e personale scolastico in genere possono essere contatti stretti di casi positivi al di fuori della scuola, anche in questo caso scatta l'obbligo di autosorveglianza e mascherina FFP2 a scuola e in tutti i luoghi chiusi o con assembramenti.

 

Definizione di contatto stretto

Qualora si verifichi un caso di contagio tra gli studenti sono considerati contatti stretti tutti gli studenti della stessa classe. In generale si considerano contatti stretti coloro che:

  • hanno un contatto fisico diretto con un positivo
  • hanno un contatto diretto non protetto con un positivo (faccia a faccia senza mascherina per oltre 15 minuti a meno di due metri di distanza)
  • sono senza mascherina nello stesso ambiente chiuso (es. aula) con un positivo
  • sono stati su un mezzo di trasporto a meno di due posti di distanza da un positivo
  • vivono in casa con un positivo
  • si trovano in altri casi equiparabili ai precedenti (ad es. condivisione di uno spogliatoio nell'attività sportiva, ecc)
 

Quando è consigliato l'uso della mascherina?

La mascherina FFP2 non è più obbligatoria, ma per i dipendenti della Pubblica Amministrazione il Ministero la raccomanda se:

  • Si è a contatto con il pubblico e si è sprovvisti di altra protezione
  • Si opera in stanze in comune con uno o più lavoratori
  • Nel corso di riunioni in presenza
  • Per chi condivide una stanza con personale "fragile"
  • In presenza di qualsiasi sintomatologia respiratoria (raffreddore, tosse, ecc)
  • In ascensore
Allegati
ITS CASALE Contatti stretti a scuola.png
ITS CASALE Regole per il coronavirus a scuola.png
Coronavirus
ITS Casale Vigevano il coronavirus a scuola ITS Casale Vigevano il coronavirus a scuola

Ultima modifica il 14-09-2022